Diario Di Una Sottomessa

Diario Di Una Sottomessa di Sophie Morgan

Data di uscita italiana: 12 settembre 2012

Trama: Sophie Morgan è una trentenne indipendente e di successo. È una giornalista, intelligente, brillante e sarcastica. Potrebbe essere la ragazza della porta accanto. Ma Sophie è anche una sottomessa: in camera da letto le piace lasciare la sua libertà e il suo potere nelle mani di un uomo che la domini per il puro piacere di entrambi. Dopo lo scalpore di Cinquanta sfumature di Grigio, questo memoir racconta dalla viva voce della sua protagonista cosa significhi essere una sottomessa. Dalla prima sculacciata alla consapevolezza che anche le punizioni più severe le provocano piacere, la protagonista ci guida in maniera diretta e senza veli lungo la via che sta seguendo. Ma è solo dopo il suo incontro con James che inizia a spingere sempre un po’ più lontano i propri limiti. Man mano che la loro relazione si fa più coinvolgente, più audace, Sophie inizia a chiedersi dove tutto questo la porterà, se sarà possibile coniugare le sua sessualità con la vita di tutti i giorni e soprattutto se davvero l’uomo perfetto può essere animato anche da una crudeltà perfetta. Avvincente, controverso, ma sempre brillante e profondamente onesto, questo libro permette di osservare da vicino un lato all’apparenza paradossale della natura umana e nessuno, uomo o donna che sia, riuscirà a smettere di leggerlo.

Fonte

6 thoughts on “Diario Di Una Sottomessa

  1. Il titolo del libro dice tutto…niente di più e niente di meno! E’ la storia di una donna che nel corso degli anni comprende qual e’ lo stile di vita che le appartiene! E’ una sottomessa….punto! E’ interessante perché mette in luce come viene visto e vissuto l’ amore da una persona che per scelta e convinzione e’ una schiava sessuale. Per me e’ troppo crudo….a voi l’ ultima parola! 🙂 voto 6

  2. ciao … io l’ho trovato un po’ duro e senza troppo romanticismo ma, il titolo lo fa presagire.
    non mi è piaciuto molto ma, la curiosità mi ha spinto a finirlo.
    voto 6

  3. a me è piaciuto,anke xkè leggere cose così crude non mi sconvolge più di tanto..è una storia basata molto sul sesso e non c’è molto amore,ma non tutti i libri devono essere x forza mielosi;)

  4. Concordo pienamente con Francesca e quoto il suo commento del 12 gennaio.

    A proposito di libri che trattano il rapporto BDSM, è bello e elegantemente scritto, sebbene secondo me privo di vero amore, il vecchissimo “Histoire d’O”.
    Qualcuna di voi lo ha letto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*